5 Kpi di marketing da monitorare per un business in salute

I KPI di marketing sono indicatori specifici utilizzati dalle aziende per monitorare i progressi verso obiettivi di marketing predefiniti.

 

Abbiamo già parlato di KPI aziendali e della loro importanza, in questo articolo focalizzeremo l’attenzione sulle metriche chiave per realizzare campagne di marketing performanti.

Stabilire le metriche giuste da analizzare è molto importante in qualsiasi ambito aziendale, perché permette di avere il controllo della situazione e di ottimizzare la strategia in corso d’opera. Il marketing è una componente vitale per ogni attività di business, e anche in questo campo, per realizzare campagne più efficaci sulla base di dati reali, è opportuno monitorare alcuni parametri chiave. Senza, si corre il rischio di prendere decisioni sbagliate causate dalla mancanza di informazioni.

I KPI di marketing sono potenzialmente infiniti, quali monitorare? Ogni azienda ha le sue peculiarità, e, di conseguenza, dei KPI di marketing da individuare caso per caso. La scelta dipende dagli obiettivi di business, dagli strumenti e dai canali utilizzati e dal budget a disposizione, ma esistono degli indicatori trasversali ai diversi settori che accomunano (quasi) tutte le realtà aziendali.

 

5 KPI di marketing da tenere sotto controllo per far crescere un business in salute

 

1. Revenue

Quanto fatturato portano le campagne di marketing alla tua azienda? Nessuno vuole investire in attività che non generano nulla, quindi bisogna comprendere se e quante vendite sono state realizzate grazie al marketing.

Avere dei dati precisi sulle entrate provenienti dalle campagne di marketing è fondamentale per capire quali azioni hanno funzionato meglio e quali peggio, correggendo il tiro per il futuro.

2. Numero di lead

I nuovi lead sono la linfa vitale di un business. Acquisire contatti potenzialmente interessati ai tuoi prodotti o servizi è una promessa necessaria per avere dei nuovi clienti.
Quanti lead sono stati acquisiti grazie alla strategia di marketing? Il numero soddisfa le aspettative o ci sono criticità e margini di miglioramento?

3. Costo per lead (CPL)

Ogni lead ha un costo. Per acquisirlo sono state impiegate delle risorse (in termini di tempo e di budget), che vanno tenute sotto controllo. Quanto hai pagato per ogni lead? Quali attività di marketing sono più efficaci?

4. Customer value

Ciascun cliente ha un valore, che dipende dal suo costo di acquisizione e dal ciclo di vita. Un ottimo modo per aumentare questo valore è quello di concentrare l’attenzione sui clienti esistenti, sviluppando campagne di marketing ad hoc per promuovere nuovi prodotti o servizi.

5. ROAS (Return On Advertising Spent)

Il ritorno sugli investimenti pubblicitari è un parametro da tenere sotto controllo in ogni momento. Sapere quanto hanno portato le campagne per ogni canale utilizzato (digitale o fisico) permette di misurarne l’efficacia, ed è un indicatore indispensabile per pianificare le spese future ottimizzando al massimo le risorse.

 

Questi 5 KPI di marketing possono aiutarti a monitorare lo stato di salute della tua azienda, ma è importante individuare gli indicatori più adatti alla situazione. Riuscire a riconoscerli non è sempre facile ma, per fortuna, qualcuno ha già affrontato questa sfida prima di te: scopri il nostro Metodo da imprenditore a imprenditore e segui l’esempio di chi ha già raggiunto il successo.